Krealia srl
Gruppo Macrosoft Holding
 

Farmacia sul Web: Esserci o non Esserci?

06 dicembre 2012Non chiederti cosa internet può fare per te, ma cosa tu puoi fare su internet.

 
 
“Prescindere oggi dal Web significa “mancare” all’appuntamento con l’unico mercato, nella sua accezione più ampia, che negli ultimi anni è cresciuto vertiginosamente ed ancor di più lo sarà nei prossimi anni."

“Quando guardiamo il web, se lo vogliamo capire, dobbiamo rivolgere la nostra attenzione alle persone. Ora il web ci appare come un'umanità collegata dalla tecnologia ... Il Web deve rendere all'umanità il maggior servizio possibile.” (Tim Berners-Lee / inventore di Internet)

Senza essere travolti dal vortice del cambiamento, ma sfruttandone la scia, si può comprendere come possiamo crescere, rivoluzionando alcuni schemi obsoleti e avere nuove chiavi di lettura: la vera essenza del web, di internet; un mondo “nuovo” che esiste da troppi pochi anni per essere archiviato come fenomeno storico ma che ormai è presente nella vita quotidiana di tutti, anche di coloro i quali non ne sono fruitori “appassionati”.

In questa era esponenziale, in cui assistiamo ad un vero “rinascimento della comunicazione”, il Web risulta il miglior strumento ed un’ottima occasione per ascoltare e farsi ascoltare, per conoscere e farsi conoscere, contesto in cui ogni persona o azienda può scegliere di “Esserci o non Esserci”.

Internet ha vissuto, nel corso degli ultimi anni, una radicale trasformazione che prosegue inarrestabile; si è passati dal Web 1.0, caratterizzato da una gestione molto statica, al Web 2.0 in cui si delinea un approccio partecipativo in continua evoluzione. Il tempo in cui un’azienda o un professionista creava un sito Web solo per avere una “presenza” su Internet è finito; oggi un sito Internet serve ad informare i clienti, offrire servizi, vendere prodotti, risolvere problemi e cercare di creare nuovi vantaggi al proprio business. Da una comunicazione unilaterale top-down (web 1.0) in cui non c’era possibilità di dialogo,  si è passati alla interazione bilaterale (web 2.0) dove gli utenti, sia nelle dinamiche B2B ed ancor di più in quelle B2C, possono comunicare; da consumatori diventano “consum-attori”.

Il fenomeno dei social media

Al di là dei numeri e delle quantità di utenti che in qualche modo, nell’arco della giornata o del mese, navigano sul web, è importante evidenziare il tipo di navigazione che essi compiono.
Dopo l’attività sui motori di ricerca che continua ad essere dominante, spicca un’alta percentuale di utenti che navigano sui portali generalisti e ancor di più sui social network con tempi di permanenza molto lunghi.

I social network sono l’espressione più concreta del web 2.0. Facebook ha superato più di 1 miliardo di utenti nel mondo, oltre 20 milioni in Italia. Una rete di contatti che si incrociano, rivoluzionando il concetto di “amicizia”. Una luogo virtuale dove ciascuno esprime pareri, apprezzamenti, richiede informazioni ed acquisisce conoscenza che potrà poi essere approfondita nella rete. Twitter, l’altro dei social più famosi, è una piattaforma di microblogging, informa in diretta su ogni avvenimento nel mondo tanto che la CNN sembra un canale ormai obsoleto.
Al di là di ogni valutazione di natura sociologica che ciascuno può fare, i social network e più in generale i social media sono un fenomeno con il quale la realtà deve fare i conti e non sottovalutare.

Internet e le Farmacie

In questa nuova prospettiva anche il mondo della filiera del farmaco può e deve evolversi entrando a pieno titolo nel mondo di internet.
 
Proprio utilizzando le dinamiche del web 2.0, con adeguati strumenti, è possibile comunicare la propria professionalità, gestire il ruolo del Farmacista in un ottica di maggiore integrazione con la propria “clientela”. Oggi la logica di proposizione al mercato è cambiata, si evolve continuamente!
 
Non è più sufficiente, anche se condizione indispensabile, essere preparati, gentili ed efficienti nell’ambito della propria Farmacia intesa come luogo fisico; oggi serve qualcosa in più.
 
Siamo abituati a pensare al “negozio” come il luogo in cui si vende ed al luogo dove far arrivare i clienti. Questa è la nostra visione che origina dall'esperienza quotidiana di ciascuno di noi.
Proviamo a rovesciare la prospettiva: il negozio virtuale è il luogo in cui si compra ed io vado nella piazza dove sono i clienti. Io vado e non aspetto...!

Immaginiamo il negozio virtuale come la metafora della Farmacia nel web, la rete offre infinite possibilità di accedere alla piazza virtuale, rendersi visibile, farsi conoscere.
I social media sono gli strumenti con i quali è possibile comunicare. Gli utenti di internet si fidano molto di coloro che comunicano sulla rete piuttosto che dei giornali e le relative pubblicità.
In un futuro molto vicino non saremo più noi a cercare prodotti e servizi. Ci troveranno loro attraverso i social media!
 
Una volta acquisiti avremo la possibilità di gestirli con un CRM (customer relationship management). La gestione della conoscenza: strumenti di valutazione dei bisogni espressi dalla clientela attraverso i propri acquisti e sistemi di e-community per mantenere efficace il colloquio farmacista-cliente informando  sulle iniziative e sulle proposte di loro interesse.

I social media non sono una moda sono un radicale cambiamento fondamentale del modo di comunicare.
 
Misurabilità dei risultati: il web è democratico
 
Una delle caratteristiche del web è la misurabilità dei risultati che porta a trovare le soluzioni più efficaci. Ogni sito può essere monitorato per capire qual è la reale attenzione che generano i contenuti proposti. Attraverso i social media è evidente il concetto di  “partecipazione”, l’utente condivide, filtra e commenta e da queste interazioni nasce il passaparola, scaturiscono infinite idee, si anticipano le esigenze degli utenti e si promuovono studi di mercato su ciò che emerge dalla rete.
 
Per essere un mezzo che crea risorse il web va comunque usato nel modo giusto. Coloro che decidono di affidarsi alla rete (non farlo vuole dire in un futuro non lontano essere tagliati fuori dal mercato) devono avere ben chiara la strategia da seguire: non basta conoscere avere un blog, o essere iscritti a Facebook o Twitter, per fare affari è necessaria una pianificazione e una strategia di marketing. La semplice presenza in rete da sola non è sufficiente a generare profitto; solo una costante e corretta attività può portare a risultati, e in questo senso la rete è uno dei pochi strumenti alla portata di tutti che valorizzi il merito perché premia chi produce contenuti e prodotti di qualità.
 
Sapere consapevolmente qual è la percezione che il mercato ha di noi, come ci posizioniamo nella nostra area di riferimento, quali sono gli interventi da fare per migliorare.
Questi ed altri sono i quesiti che ciascuna Farmacia dovrebbe porsi, in relazione al luogo in cui si trova, alle capacità che è in grado di esprimere, alle peculiarità che possiede, alle competenze che può offrire ai clienti.
Oggi la Farmacia non è più il luogo dove si dispensa solamente il farmaco, è sempre più un centro di servizi e la comunicazione coordinata tra il luogo fisico ed il web è una delle chiavi del successo.

Per questo occorre fare riferimento a professionisti che lavorano nel web; è un buon modo per  avvicinarsi a questo mondo, in maniera facile ed intuitiva. Esistono delle agenzie estremamente serie e qualificate alle quali potersi rivolgere. Le strategie del web marketing presuppongono una conoscenza di queste dinamiche e degli strumenti. Una volta diventati consapevoli delle potenzialità di internet la strada si apre a nuove esperienze commerciali e professionali.

La possibilità di dire la propria è la prova evidente di quanto il web sia democratico. Questo non vuol dire che tutto ciò che è in rete debba essere vero e credibile. Occorre una valutazione "cum grano salis" per distinguere le cose utili da quelle "nocive", tuttavia la grande opportunità è quella di essere presente.
 
La resistenza maggiore al web, dovuta alla presunta difficoltà a capire un linguaggio troppo complesso, è ormai superata dalla semplicità degli strumenti ed i sistemi oggi disponibili sono estremamente semplificati, facili ed intuitivi e l’accesso alle tecnologie è più semplice per cogliere la potenzialità che il web ha sul mondo del lavoro.
 
In conclusione, la vera opportunità del Web è quella di generare contatti umani e i contatti, se ben gestiti, generano rapporti di lavoro. Capire questo vuol dire capire dove sta andando il mondo.

ALTRI ARTICOLI

il web secondo krealia

12 novembre 2012Internet ha vissuto nel corso degli ultimi anni una radicale trasformazione...segue ::

 
 
K4pharma

K4pharma

La soluzione web creata per la farmacia: e-commerce, crm, analisi dati, social, mailing-list, newsletter...

 
IOKO

IOKO

un tool di sviluppo per generare siti e servizi web e garantirne una estrema facilità di gestione e manutenzione.

 
 
 
Back to Top